Tuscany Horse Trail
vacanze a cavallo (2 giorni)

Il lavoro del bestiame ed Il Monte Labro, cono vulcanico del Monte Amiata

Darsi la possibilità di cavalcare in sella ad un compagno fidato in questi luoghi magici, energetici e di grande spiritualità è sicuramente aver voglia di viaggiare!

Situato tra la Maremma, la Val d’Orcia e la Val di Paglia, l’Amiata, il monte più alto della Toscana, un tempo il Mons Tuniatus, montagna sacra degli etruschi, le cui pendici sono ricoperte di castagneti e faggeti e punteggiate di borghi rimasti immutati nel tempo, offre la possibilità di vedere una parte di Toscana insolita con un paesaggio montano di boschi silenziosi che conserva tracce visibili dell’asprezza della vita di montagna.

Cavalcheremo attraverso zone di riserva naturale, visiteremo punti di interesse storico, culturale e spirituale intrisi di leggende e tradizioni, avvisteremo cervi, caprioli, daini e i mitici asini amiatini, godremo di itinerari suggestivi e scorci panoramici.

L’origine vulcanica del Monte Labro ci offre non solo panorami trachitici ma anche un’energia impalpabile che, come una sorta di magnete naturale, ridona pace ed equilibrio.
Boschi sacri, la vicinanza alla sfera celeste, le molte sorgenti d’acqua da cui nascono corsi d’acqua, il calore del vulcano. Vi proponiamo un viaggio attraverso queste terre mistiche, alla scoperta delle risorse delle montagna dal bosco, ai minerali, alle acque affinché possiate percepire la spiritualità e la sacralità di questi luoghi antichi.

Avere la possibilità di essere con il nostro cavallo compagno di questi due giorni di avventura e di silenzio in mezzo ad un piccolo branco di mucche limousine e calarsi nel ruolo di cow boy provando a condurre la mandria è quel brivido di adrenalina che renderà questo viaggio a cavallo ancora più indimenticabile.





Io sono, e chi egli sia nol so, ma sono
Colui che essere dovrò chi ero in prima.
Ma prima me non conoscea me stesso,
Ma or che conosco me, non so chi egli ero,
E colui ch’era in me, non è più meco,
Poiché or son seco a chi con me prim’era,
Ed essendo seco, opro con seco,
Ed egli opra con me, come opro in lui,
E lui opra con me come in sé stesso,
Per cui me stesso opro in voler di lui

(David Lazzaretti, 1869)

programma

giorno1

Partenza direzione Salaiola, primo borgo naturalistico di Italia. Di origini altomedievali, Salaiola, ad un altitudine di 750 mt, è un area di interesse culturale, storico, paesaggistico, naturalistico ed ecologico in cui viene protetta la biodiversità. Uno straordinario patrimonio boschivo, habitat ideale per numerose specie di uccelli, ungulati, mustelidi e lupi.
Attraversando la Riserva Naturale Poggio all’Olmo, area contraddistinta dalla presenza di castagneti da frutto e numerosi alberi secolari, si raggiunge il punto sosta presso il Monte Aquilaia, punto panoramico suggestivo su tutta la Maremma.
Dopo la sosta pranzo, ripartenza verso il Monte Buceto, risalita caratterizzata da particolari formazioni rocciose calcaree e da viste panoramiche sul Monte Libro e il Monte Amiata.


giorno2

OPZIONE 1
Partenza in direzione Roccalbegna, ”un delizioso borgo medievale che sembra uscito da un romanzo fantasy”, ospitato a ridosso di uno sperone roccioso, nella stretta valle scavata dal fiume Albenga, suggestiva per le pareti di calcare che dona riflessi color ruggine.
Si prosegue attraversando la Riserva Naturale del Pescinello, luogo di elevata biodiversità - dovuta alla compresenza di boschi, arbusteti, rupi calcaree, forre, sorgenti e pozze- in cui si concentra un grande numero di alberi ”monumentali”, eccezionali per dimensioni, longevità, forma, portamento ed aspetto estetico. Sosta pranzo.
Ripartenza risalendo verso il Monte Labro, sosta per permettere ai cavalieri di raggiungere a piedi la Torre Giurisdavidica, territorio denso di spiritualità, dove si trova l’eremo di Lazzaretti, il profeta dell’Amiata, ispiratore di un movimento religioso chiamato Giurisdavidico. Si può anche addentrarsi nella grotta dove Lazzaretti si ritirò, e visitare i resti di altre strutture, come una chiesa, bombardati dopo l’assassinio del Profeta.
In questo luogo si possono vedere pascolare asini e mucche.

OPZIONE 2
Escursione di mezza giornata in direzione della Torre Giurisdavica, alla cui prossimità faremo una breve sosta per permettere ai cavalieri e alle amazzoni di raggiungerla a piedi per godere dalla cima della torre di un panorama magnifico.
Rientro presso l’agriturismo, pranzo.
Durante il pomeriggio spostamento della mandria e prove di sbrancamento.


Gli itinerari possono subire delle variazioni in base alla stagionalità.



5 ore a cavallo Difficoltà bassa
Adatto a Cavalieri ed Amazzoni che abbiano già partecipato ad almeno una decina di escursioni ed abbiano una minima esperienza nella gestione del cavallo.
Monta western, selle americane, cavalli americani
Difficoltà specifiche: Soprattutto per affrontare l’esperienza con il bestiame è richiesta una buona capacità di conduzione e gestione cavallo.
Lunghezza del percorso: 54 km.
Periodo: Tutto l’anno su prenotazione, per gruppi di minimo 4 cavalieri.
Su evento.

cibi e bevande

Le colazioni, le cene e gli aperitivi sono forniti dalla struttura dove si pernotta.
I pranzi si svolgono lungo gli itinerari. La nostra assitenza ci raggiunge nel punto sosta fornendo pranzi completi.
Proponiamo l’eno-gastronomica tipica toscana.
Al rientro a scuderia dopo le escursioni verrà predisposto un piccolo aperitivo a bordo piscina, se le condizioni meteo lo permettono.
Le esigenze alimentari vanno comunicate al momento dell’iscrizione.

alloggio

Un agriturismo ai margini del Parco Naturale del Monte Labro arredato e ristrutturato nel rispetto della tradizione toscana.
Gli alloggi si affacciano sulla piscina o su un giardino ben curato.
L’agriturismo dispone di 40 ettari di prato naturale per il loro piccolo allevamento allo stato brado di mucche limousine.

attrezzatura necessaria

abbigliamento

Consigliato un abbigliamento da equitazione: pantaloni, ghette e scarponcino (o stivale).
Noi forniamo il casco per chi non ne possedesse uno.

suggerimenti

Controllare il meteo ed attrezzarsi di conseguenza.
Dopo la cena, non lontani, potreste visitare i paesi, perle medievali, di Santa Fiora (15km) ed Arcidosso (8km) e di Casel del Piano (11km).
In alcuni periodi dell’anno la zona è caratterizzata da feste paesane e sagre, per esempio, nel periodo autunnale, la Festa della Castagna e dell’olio ad Arcidosso; nel periodo di giugno la festa della poesia e in quello di agosto la Festa della Luna.


Note
Possibilità di aggiungere una o due giornate a cavallo anche verso Merigar - simbolicamente ”dimora dell’energia”, centro tibetano immerso nella natura.

Richiederci informazioni sulla disponibilità di particolari date o escursioni non è in alcun modo impegnativo e sarà certamente una ottima occasione per conoscerci.


Periodo: Indica la data o periodo di Tuo interesse.

Note / Messaggio: Aggiungi le tue note, richieste o comunicazioni.


A.I.G.A.E. A.G.A.E. Facebook
whatsapp