Tuscany Horse Trail
trekking a cavallo (3 giorni)

dal PARCO DELLA MAREMMA all'argentario

ll viaggio parte fra i sentieri dell’Uccellina in direzione della spiaggia di Cala di Forno, una delle spiagge italiane più incontaminate dove si possono incontrare daini, cinghiali, volpi, rapaci, aironi, fagiani e altri animali selvatici che popolano il Parco della Maremma.
Si guada il fiume Albegna per raggiungere la zona della Giannella. Passando la lunga spiaggia e attraversando diverse calette che offrono una vista sulla Riserva naturale della Laguna di Orbetello di Ponente, si raggiunge il Monte Argentario, la “Costa d’Argento”, famoso per la sua tradizione marinaresca con Porto Ercole e Porto Santo Stefano. Attraversando un guado nel mare, l’itinerario prosegue a ferro di cavallo nella spiaggia selvaggia e deserta del Tombolo della Feniglia alle cui spalle si trova la pineta della riserva naturale Duna Feniglia famosa per il bird-watching.


GIORNO 1 - CALA DI FORNO
La spiaggia di Cala di Forno, dove sono state girate numerose scene di film, fra cui
“non ci resta che piangere” film di Benigni e Troisi, è racchiusa dai due promontori dell’Uccellina.
nel Parco della Maremma.
Fra sali e scendi si attraversano sentieri nella macchia mediterranea con scorci sul Monte Argentario, l’Isola del Giglio, l’Isola d’Elba, l’Isola di Montecristo, e, in una giornata senza foschia, si può scorgere l’Isola d’Elba.
Il sentiero transita accanto a Torre Alta, che nel XII secolo era di proprietà degli Aldobrandeschi. La leggenda racconta che qui, nel XVI secolo, fu rapita dai pirati ottomani Margherita Marsili, la Bella Marsilia.
L’itinerario raggiunge il punto panoramico del Sasso della Signora dove si possono ammirare scorci sia del mare che dell’entroterra, fino ad arrivare alla spiaggia di Cala di Forno sovrastata dall’omonima torre.
Cala di forno, la spiaggia più meridionale del Parco della Maremma, deve la sua particolarità al suo essere incontaminata. Animali selvatici, soprattutto daini, passeggiano sulla sabbia, e non è raro avvistare il falco pellegrino.

GIORNO 2 - DALL’UCCELLINA ALLA GIANNELLA ATTRAVERSO IL FIUME ALBEGNA
L’Albegna nasce da un rilevo montuoso che costituisce una parte del cono vulcanico del Monte Amiata. Attraversando uliveti, pascoli, campi, canali, guadi, e zone di scarso condizionamento antropologico, raggiungeremo la zona della Giannella, dove potremmo ammirare i fenicotteri e le vacche maremmane

GIORNO 3 - SPIAGGE GIANNELLA E FENIGLIA E IL MONTE ARGENTARIO
La Giannella e la Feniglia racchiudono la laguna di Orbetello e collegano la terra ferma al Monte Argentario. Insieme vantano 15km di spiagge fra le più belle di Orbetello con sabbia fine e dorata e acqua limpida.
Una pineta lunga quasi tutto il tombolo fa da cornice alle spiagge della Giannella. La Feniglia ha spiagge più selvagge e deserte e alle sue spalle si trova la Riserva Naturale Duna Feniglia.
L’escursione è a ferro di cavallo. Percorrendo tutta la Giannella, si raggiunge quasi Porto Santo Stefano, nell’Argentario, per poi tornare verso la scuderia passando dalla Feniglia dopo aver attraversato un guado nel mare vicino a Cala Galera.
Cavalcando avremo da una parte il mare, dall’altra le dune e la macchia mediterranea, ricca di molte specie di animali selvatici.

programma

Gli orari di partenza e ritorno a scuderia non sono specificati perché variano a seconda della stagionalità.
Mediamente, calcolando i tratti con andatura, sono calcolate 5 ore di sella giornaliere.


5/6 ORE AL GIORNO ore a cavallo Difficoltà intermedia
Questo evento è adatto a Cavalieri ed Amazzoni capaci di una discreta gestione del cavallo e degli imprevisti, abili anche a qualche ora di sella.
Cavalli addestrati al turismo equestre.
Monta inglese.
Difficoltà specifiche: Durante il trekking verrà fatta andatura dove il terreno lo consente e in base all’esperienza del gruppo. Il primo giorno prevede un tratto più tecnico in modo tale che i cavalieri e le amazzoni prendano confidenza con il cavallo. Il secondo giorno, l’escursione più lunga in chilometri, permetterà di cavalcare con andature. L’ultimo giorno è un mix fra tecnicità e andature. Ci saranno da sorpassare boschi di macchia mediterranea fitti e guadi (sia nel fiume che nel mare). Durante il percorso si possono incontrare animali selvatici.
Lunghezza del percorso: 80 km.
Luoghi: Parco regionale della Maremma, Talamone, Cala di Forno, Fonteblanda, fiume Albegna, Laguna di Orbetello, Giannella, Monte Argentario, Giglio, Cala Galera, Porto Santo Stefano, Riserva Naturale Duna Feniglia.
Periodo: DAL 1 OTTOBRE AL 30 APRILE

cibi e bevande

I tre pranzi sono inclusi nella quota.
In base al numero di partecipanti è previsto un pic-nic che ci si porta in bisaccia o portato dall’auto di assistenza.
Comunicare le esigenze alimentari.

alloggio

Per quanto riguarda il pernotto possiamo consigliare un agriturismo a 300 metri dalla scuderia da contattare direttamente (i prezzi variano da 30€ a 35€ a notte a persona con colazione).

attrezzatura necessaria

abbigliamento

Si consiglia un abbigliamento da equitazione.

suggerimenti

Controllare le condizioni meteo ed attrezzarsi di conseguenza.


Prezzo: 390,00 €
  • utilizzo dei nostri cavalli per le tre escursioni
  • guida equestre
  • 3 pranzi
  • biglietto parco

Note
Al termine dell’escursione del giorno 2, i cavalieri verranno riaccompagnati alle loro auto presso la scuderia di partenza (tragitto circa 10 minuti).
Il giorno 3 i cavalieri dovranno recarsi con i mezzi propri presso la scuderia dove sono arrivati al termine dell’escursione del giorno precedente (10 minuti circa in auto).

Richiederci informazioni sulla disponibilità di particolari date o escursioni non è in alcun modo impegnativo e sarà certamente una ottima occasione per conoscerci.


Periodo: Indica la data o periodo di Tuo interesse.

Note / Messaggio: Aggiungi le tue note, richieste o comunicazioni.


A.I.G.A.E. A.G.A.E. Facebook
whatsapp